Home » Venerdi Cartografico » Venerdì Cartografico – Terra Santa, per tutti

In Evidenza

Venerdì Cartografico – Terra Santa, per tutti

Sul finire dell’Ottocento tra gli ebrei europei iniziò ad affermarsi l’idea che fosse necessario ristabilire una presenza ebraica nei territori palestinesi allora in mano all’Impero Ottomano, realizzando quel “Ritorno a Sion” profetizzato dai testi sacri. Al termine della Prima guerra mondiale, con la spartizione dell’Impero Ottomano e l’istituzione del Mandato britannico della Palestina, si diede ulteriore impulso alla presenza ebraica in questi territori. Il governo britannico era intenzionato a fare il possibile per agevolare «l’insediamento in Palestina di un focolare nazionale per il popolo ebraico»; propositi che trovarono compimento con la dichiarazione scritta il 2 novembre 1917 dal Ministro degli Esteri Balfour (carta 1).

In questa fase furono frequenti gli episodi di conflitto tra la popolazione araba e gli ebrei di recente insediamento, che culminarono con la Grande Rivolta del 1936-39. Con il secondo dopoguerra e la fine del Mandato Britannico crebbe il rischio di nuovi conflitti. Con l’obiettivo di scongiurare questa possibilità l’ONU adottò un progetto per la spartizione della Palestina (carta 2).

Ancora oggi, come tristemente noto dalle cronache, siamo decisamente lontani da una risoluzione della difficile convivenza fra israeliani e palestinesi, sfociata ancora una volta in un ingiustificabile violenza. Sebbene lo Stato della Palestina sia ormai riconosciuto da molti altri soggetti internazionali, esso continua a subire a fasi alterne l’aggressività di Israele intenzionato ad ampliare i propri territori. I “due Stati” sono ancora la soluzione auspicata: il senso ebraico per il ritorno e la creazione dello Stato d’Israele non sono appendici coloniali ma hanno radici storiche ben rintracciabili. Possiamo solo augurarci che le violenze cessino immediatamente e si riprenda quel percorso di comprensione reciproca troppe volte abbandonato.

Carte scelte:

1 – Carta delle colonie ebraiche in Palestina, Jerusalem, 1925

2 – Progetto di spartizione dell’ONU, 1949

3 – Palestina, Istituto Geografico De Agostini, Novara


Seguici anche sui nostri social