Home » Senza Categoria » Diario delle lezioni

In Evidenza

Diario delle lezioni

Durante la prima lezione, sono state fornite alcune informazioni teoriche sulla differenza tra ricerca quantitativa e ricerca qualitativa e sono stati approfonditi gli strumenti scientifici per condurre una buona indagine (la magica cassetta degli attrezzi!). Nella seconda parte della lezione c’è stata un’introduzione su come impostare una ricerca, quale argomento scegliere (tra quelli proposti) e come svolgere la raccolta e l’elaborazione dei dati. Alla fine della lezione, le studentesse sono state invitate a pensare e selezionare un argomento sul quale lavorare per la propria ricerca.

Gli argomenti scelti dalle alunne, tra quelli proposti nell’ambito dei millennium goals, sono stati: la tutela delle acque, il riciclo dei rifiuti, l’educazione di qualità e il gender pay gap.  

Ogni ricerca, per poter essere considerata come tale e avere un impatto sulla comunità scientifica (e non solo), deve essere diffusa e resa nota! Nella seconda lezione, sono state introdotte le modalità di restituzione dei risultati per essere fruibili: risultati che devono essere pubblici e utili per la collettività. È stato proposto di poter scegliere la modalità di divulgazione preferita. Le ricerche possono essere divulgate in formato tradizionale e cartaceo oppure attraverso l’uso di formati alternativi, come foto, video, documentari, clip, registrazioni audio, illustrazioni, performances: le studentesse hanno scelto di realizzare principalmente dei power point, sfruttando le fotografie e i video raccolti.

Nella seconda parte del laboratorio le studentesse hanno proseguito autonomamente mettendo in pratica quanto appreso nelle lezioni introduttive e teoriche, sperimentando l’utilizzo degli strumenti della ricerca qualitativa nel loro campo. La scelta della “domanda generale di ricerca”, punto fondamentale per poter impostare il lavoro, ha richiesto però più tempo del previsto ed è stato necessario tornare su questo aspetto più volte durante gli incontri settimanali.

Durante l’ultima lezione i gruppi hanno presentato i loro lavori di ricerca. A parte i commenti dei tutor, anche le varie partecipanti al laboratorio hanno fatto numerose domande, chiesto spiegazioni, proposto il proprio punto di vista, alimentando così una discussione costruttiva. Oltre alla soddisfazione per i risultati ottenuti nei progetti di ricerca, che comunque rappresentano il prodotto di un laboratorio durato solo poche settimane, quello che ha maggiormente impressionato i tutor del progetto è stato l’impegno delle studentesse agli incontri settimanali. Nonostante la difficoltà nello svolgere gli incontri online, nella stanza virtuale si è creato un ambiente familiare, produttivo e orizzontale, dove tutti potevano intervenire continuamente nella discussione. L’orizzontalità del confronto, desiderata fortemente dai tutor del progetto, si è rivelata un’arma vincente per attrarre le giovani generazioni alla ricerca!


Elaborati delle studentesse