Home » Convegni

Convegni

Orientare chi fa Geografia

2021-05-14 10:08:05

Come presidenti dei sodalizi geografici (AGEI, AIC, AIIG, CISGE, SGI, SSG) riuniti nel SoGeI, ci rivolgiamo alla comunità geografica italiana.


Ci rivolgiamo a tutt*, ma pensando soprattutto a chi sta iniziando o ha da poco iniziato un suo percorso e sta facendo importanti scelte professionali e di vita, in direzione della Geografia accademica o di altri ambiti di attività in cui la disciplina ha un possibile ruolo (insegnamento nelle scuole, formazione, gestione ambientale, sviluppo territoriale, editoria ecc.).

Ci sembra importante aprire un confronto dialettico e costruttivo, convinti che sia auspicabile e possibile traguardare un orientamento generale, condiviso dalla comunità, quanto alla logica valutativa che è opportuno e corretto applicare a un insieme di attività che compongono l’attività accademica, e in particolare:

  • attività di ricerca
  • attività didattica universitaria e scolastica
  • attività di formazione ulteriore
  • attività «di servizio» istituzionale e per la comunità geografica
  • formazione ricevuta in sedi nazionali ed estere
  • pubblicazioni nazionali (e cosa si intende per)
  • pubblicazioni internazionali (e cosa si intende per)
  • ricerche e pubblicazioni in ambiti «locali» (e cosa si intende per)
  • ricerche e pubblicazioni interdisciplinari (e cosa si intende per)
  • riviste geografiche e affini, nazionali e internazionali
  • monografie, curatele, edizioni critiche o commentate
  • collocazioni editoriali, nazionali e internazionali
  • carte geografiche, tematiche, GIS, webGIS, documenti grafici e visuali
  • «prodotti» tipici disciplinari (analisi di contesto, piani di sviluppo…)
  • ricerche e pubblicazioni a più nomi e collaborative
  • esperienze di terza missione
  • esperienze di public geography
  • competenze gestionali in ambito istituzionale.

In sostanza, il coordinamento dei sodalizi geografici italiani (SoGeI) invita la comunità a discutere di formazione, ricerca, didattica, impegno, e di modalità di valutazione dei «prodotti», cioè anche di reclutamento e carriera, considerando la questione dal punto di vista sia dei singoli sia della comunità. Il confronto non potrà che svolgersi rigorosamente, e ovviamente, nell’ambito delle regole definite dalla legge e da atenei e istituzioni locali, nonché nell’interesse della disciplina e della comunità.
L’auspicio è che emergano orientamenti ben ponderati e quanto possibile condivisi, utili soprattutto a chi sta iniziando un suo percorso nella Geografia accademica, ma anche a chi partecipa delle varie istanze di valutazione, istanze che, nell’indiscussa e necessaria loro autonomia, finiscono per definire i confini di una comunità scientifica e rappresentarla.

N.B.: l’iniziativa è previsto si tenga presso la sede della Società Geografica Italiana, nel rispetto delle normative vigenti in materia di contrasto alla pandemia

VENERDI’ 21 MAGGIO 2021, ORE 15,00 “GEOGRAFIE DI PROVINCIA: AI MARGINI DELLA PERIFERIA ITALIANA” NELL’AMBITO DEL FESTIVAL DELLE PERIFERIE

2021-05-12 14:17:58

VENERDI’ 21 MAGGIO 2021, ORE 15.00

GEOGRAFIE DI PROVINCIA:

AI MARGINI DELLA PERIFERIA ITALIANA

Nell'ambito di IPER-Festival delle periferie, la SGI invita ad un’esplorazione geografica dell’Italia provinciale, per rimettere in discussione la visione della periferia come fenomeno urbano e riconoscere i territori rimasti ai margini persino delle periferie. Si viaggia attraverso la preziosa cartografia storica custodita dalla Società Geografica Italiana, la sua collezione di cartoline e i fondi fotografici di importanti geografi italiani. Viene data voce anche ai giovani geografi, con riflessioni teoriche sull’utilizzo del termine periferia e analisi geopolitiche sulla Strategia di Coesione Territoriale. Per quanto provinciale, della provincia si scrive. Vari geografi presentano volumi editi e inediti sulla dimensione provinciale in Italia, fornendo una bibliografia costruita collettivamente di questa “geografia di provincia, scarica qui il programma dell’evento.

Fai clic qui per partecipare alla riunione con Teams

Oppure seguila su

CICLO WEBINAR: Borghi, Aree Fragili, Territori del Margine: VENERDI’ 7 MAGGIO 2021 ALLE ORE 16.00 WEBINAR «I BORGHI DIGITALI DEL SUD ITALIA TRA PROSPETTIVE E CONFLITTUALITA’»

2021-05-12 10:31:32

Venerdì 7 maggio 2021 ore 16.00

I BORGHI DIGITALI DEL SUD ITALIA TRA PROSPETTIVE E CONFLITTUALITA'

organizzato con l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli

Saluti

Edoardo Cosenza e Vittorio Amato

introduzione ai lavori

Giuseppe Scanu

interventi

Carlo Girace, Giuseppe De Nicola, Valentina Albanese, Oliviero Casale e Monica Cirillo

riflessioni conclusive

Guglielmo Trupiano

question time: moderatore

Stefano De Falco

Diretta Fb sulla pagina Innovation Village e sulla pagina dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli

Per iscriversi e partecipare anche al Question Time seguire la procedura

Scarica l'invito all'evento

CICLO WEBINAR: Borghi, Aree Fragili, Territori del Margine: GIOVEDI’ 20 MAGGIO 2021 ALLE ORE 17.30 WEBINAR «PICCOLI (PATRIMONI) COMUNI: PROGETTUALITA’ LUNGO LE ALPI»

2021-05-12 10:30:08

GIOVEDI’  20 MAGGIO 2021, ORE 17.30

PICCOLI (PATRIMONI) COMUNI: PROGETTUALITA’ LUNGO LE ALPI

introduce

Stefania Cerutti

intervengono e discutono sul tema

Elena Bianchi, Cesare Emanuel, Mauro Varotto e Marco Stefanetta


I contesti montani si presentano come fertili laboratori. “Montagna” significa molte “cose” e l’attenzione volta, nello specifico, alle cosiddette “terre di mezzo” consente di mettere in luce come la posizione di marginalità di tali contesti, pur avendo registrato gli effetti dello spopolamento, possa contribuire a patrimonializzare storie e sapere, a stimolare progettualità, a ricreare condizioni di sviluppo. Il webinar consente di focalizzare le ricadute prodotte da alcune iniziative in ambito montano in termini di strategie di sensibilizzazione delle comunità locali, mappatura, divulgazione e narrazione dei patrimoni culturali. Si propone, dunque, quale opportunità di confronto e dibattito in merito alla replicabilità dei progetti e al ruolo assunto quali buone pratiche in una logica di partecipazione, governance e sostenibilità.

Fai clic qui per partecipare alla riunione

Scarica l'invito all'evento

CICLO WEBINAR: Borghi, Aree Fragili, Territori del Margine: giovedì 29 Aprile 2021 ore 15.00 “RITORNO AL SUD”: RETI DIGITALI, FLUSSI DI MOBILITÀ E PROCESSI DI INNOVAZIONE

2021-05-10 14:51:04

Primo appuntamento di un ciclo di webinar sul tema Borghi, aree fragili, territori del margine: le nuove geografie dei flussi e delle innovazioni in Italia che si sofferma su tematiche di rilevante interesse per lo sviluppo socio- economico dei territori a partire dalle progettualità intraprese nelle aree “marginali”, nei borghi o nelle piccole realtà in ottica innovativa, digitale, partecipata. Gli incontri previsti intendono esplorare le prospettive e le criticità insite nei programmi di rigenerazione/rivalorizzazione basati sulla digitalizzazione, sullo sviluppo turistico e sulla progettazione partecipata in territori cosiddetti “marginali”: una marginalità alimentata da condizioni socio-economiche svantaggiate, scarsa accessibilità, spopolamento, ma che allo stesso tempo si innesta su un consolidato patrimonio culturale-naturalistico e sociale. Per ogni webinar è previsto il coinvolgimento di accademici (geografi e di altre discipline), attori istituzionali, rappresentanti del mondo civile e dell’associazionismo, imprenditori, con l’obiettivo di ascoltare le prospettive dei differenti stakeholders delle aree oggetto di focus per delineare un quadro sul reale stato di fatto, al fine di evidenziarne dinamiche ed esternalità, e creare un’occasione di confronto e dibattito con forti ricadute su scala nazionale, anche in relazione alle implicazioni del fenomeno pandemico.


“RITORNO AL SUD”: RETI DIGITALI, FLUSSI DI MOBILITÀ E PROCESSI DI INNOVAZIONE

La pandemia da Covid-19 ha alimentato un ampio dibattito su nuovi modelli di lavoro e residenzialità generati dal massiccio e repentino ricorso allo smart working in Italia. La diffusa retorica del “ritorno-ai-borghi”, infatti, si innesta su processi che lascerebbero prefigurare la “rinascita”, attraverso il lavoro agile, delle aree marginali, in particolare nel Mezzogiorno. Se, da un lato, le potenzialità dello smart working schiudono rilevanti spunti di riflessione sul ruolo delle nuove tecnologie nel ridisegnare flussi, reti e relazioni nel mondo del lavoro e, dunque, nei territori, dall’altro è necessario problematizzare una mitologia diffusa che identifica nel “ritorno-ai- borghi” la panacea contro la marginalità.
Attraverso il confronto tra visioni scientifiche, pratiche ed esperienze il seminario mira a esplorare criticamente le dinamiche socio-economiche e culturali connesse ai flussi di mobilità innescati dalla pandemia che, grazie alle reti digitali e a nuove forme di organizzazione del lavoro, hanno consentito ad alcuni lavoratori di “invertire la rotta”.
In particolare, l’obiettivo è valutare come questi processi si inseriscono nel quadro più ampio delle geografie economiche dell’innovazione per identificare strategie territoriali a lungo termine in un’ottica post-pandemica; quali azioni possono essere intraprese, alle diverse scale, per innescare processi di sviluppo e scongiurare nuove polarizzazioni e disuguaglianze; come armonizzare i diversi livelli decisionali e le istanze che provengono dalla moltitudine di attori coinvolti per trasformare una sfida ancora aperta in un’opportunità reale.

Fai clic qui per partecipare alla riunione

Scarica la locandina

CICLO WEBINAR: Borghi, Aree Fragili, Territori del Margine: MERCOLEDI’ 5 MAGGIO 2021 ALLE ORE 17.30 WEBINAR “TURISMO E TERRITORIO IN ITALIA: UN BINOMIO, MILLE BORGHI”

2021-05-10 11:34:48

MERCOLEDI’ 5 MAGGIO 2021, ORE 17.30

TURISMO E TERRITORIO IN ITALIA: UN BINOMIO, MILLE BORGHI

introduce

Stefania Cerutti

intervengono e discutono sul tema

Fabio Pollice, Maria Elena Rossi, Maurizio Davolio e Claudio Cottini


Secondo appuntamento del ciclo di webinarsul tema Borghi, aree fragili, territori del margine: le nuove geografie dei flussi e delle innovazioni in Italia.

La pandemia da Covid-19 ha sconvolto il mondo del turismo, a livello internazionale così come nazionale. Una crisi senza precedenti, che ha impattato sugli operatori e sui turisti stessi, imponendo restrizioni e cambiamenti di approcci e comportamenti. Il webinar intende offrire una riflessione sulla messa in valore e fruizione di beni ed esperienze correlati a piccoli centri, borghi, territori di margine, da più parti evocati quali opportunità di rilancio per l’intero sistema Paese. Sostenibilità e responsabilità, dunque, ma anche lentezza e prossimità a delineare un turismo partecipato, di comunità su cui progetti e fondi dovrebbero orientarsi, attivando percorsi di governance integrata e sinergica

Fai clic qui per partecipare alla riunione

Scarica l'invito all'evento

27 Aprile 2021, ore 9:00 – Webinar: “95 YEARS AGO, THE «NORGE», Technologies and Museums for story-telling of places and exploration”

2021-05-04 12:48:28

Technologies and Museums for story telling of places and explorations

A webinar on currently available technologies for highlighting and disseminating knowledge about historical places, travel and explorations

Hosting institution: Italian Geographical Society, Rome, Italy
Chair: Claudio Cerreti (President of IGS)

Speakers:

Steinar Aas (Nord University, Bodø), Margherita Azzari (vice-president of the Italian Geographical Society), Anders Bache (FAG Konsulent, Roald Amundsens Hjem), Gianluca Casagrande (Italian Geographical Society), Arturo Gallia (Italian Centre for Historical Geographical Studies), Alessia Glielmi (Italy’s National Research Council), Patrizia Pampana (Italian Geographical Society), Roberta Rodelli (GREAL – European University of Rome), Adelio Roviti (Director, Italian Air Force Museum), Irina Stont (director, Krassin Museum, Saint Petersburg).

Go to the Webinar

Download the brochure

Il Rotary di Soresina adotta il restauro di un documento

2021-04-22 11:15:58

Nel mese di ottobre 2019, una delegazione della Società Geografica Italiana ha preso parte alla serata organizzata nella splendida Villa Zaccaria presso Bordolano (Cremona) dal Rotary Club Soresina e dal Rotaract Club Soresina per sancire l’adesione all’iniziativa “Adotta un documento”. Tra i molti presenti, oltre alla presidentessa del Rotary Vania Bignamini, al presidente del Rotaract Michele Radaelli e al Segretario del Rotary Marco Alì, anche il Sindaco di Soresina Diego Vairani.

Nell’occasione, il Segretario Generale SGI e la Responsabile della Biblioteca e degli Archivi SGI hanno esposto agli illustri ospiti la storia e le attività svolte dal Sodalizio con particolare riguardo alla conservazione e alla valorizzazione delle preziose collezioni in esso custodite.

I Club, aderendo all’iniziativa SGI “Adotta un documento”, hanno “adottato” alcune carte geografiche relative al comune di Soresina, al territorio Lombardo e alla provincia di Cremona, finanziandone il restauro.

Due delle carte geografiche appartengono al filone della produzione cartografica istituzionale degli Stati preunitari: la Carta amministrativa del Regno d’Italia co’ suoi stabilimenti politici, militari, civili e religiosi e con una parte degli Stati limitrofi. Costrutta nel Deposito della guerra per ordine del Ministro della Guerra e Marina nell’anno 1811 incisa sotto la vigilanza di G. Bordiga. Aggiunta e corretta nell’anno 1813 e la Carta geografica e postale compilata sulle migliori carte generali provinciali esistenti… disegnata da Pinchetti sotto la direzione dell’Ing. Giovanni Brenna nel 1848.

Nel mese di ottobre 2019, una delegazione della Società Geografica Italiana ha preso parte alla serata organizzata nella splendida Villa Zaccaria presso Bordolano (Cremona) dal Rotary Club Soresina e dal Rotaract Club Soresina per sancire l’adesione all’iniziativa “Adotta un documento”. Tra i molti presenti, oltre alla presidentessa del Rotary Vania Bignamini, al presidente del Rotaract Michele Radaelli e al Segretario del Rotary Marco Alì, anche il Sindaco di Soresina Diego Vairani.

Nell’occasione, il Segretario Generale SGI e la Responsabile della Biblioteca e degli Archivi SGI hanno esposto agli illustri ospiti la storia e le attività svolte dal Sodalizio con particolare riguardo alla conservazione e alla valorizzazione delle preziose collezioni in esso custodite.

I Club, aderendo all’iniziativa SGI “Adotta un documento”, hanno “adottato” alcune carte geografiche relative al comune di Soresina, al territorio Lombardo e alla provincia di Cremona, finanziandone il restauro.

Due delle carte geografiche appartengono al filone della produzione cartografica istituzionale degli Stati preunitari: la Carta amministrativa del Regno d’Italia co’ suoi stabilimenti politici, militari, civili e religiosi e con una parte degli Stati limitrofi. Costrutta nel Deposito della guerra per ordine del Ministro della Guerra e Marina nell’anno 1811 incisa sotto la vigilanza di G. Bordiga. Aggiunta e corretta nell’anno 1813 e la Carta geografica e postale compilata sulle migliori carte generali provinciali esistenti… disegnata da Pinchetti sotto la direzione dell’Ing. Giovanni Brenna nel 1848.

Le altre cartografie sono state realizzate in epoca post-unitaria dall’Istituto Geografico Militare:

Orario delle comunicazioni postali nelle derision provinciali di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Milano, Sondrio del 1872; Cremona. Foglio 6 del 1876; Soresina. Foglio 60 I-NE del 1890.

Presentiamo ora il restauro delle carte geografiche “adottate” dal Rotary Club Soresina e dal Rotaract Club Soresina eseguito dalla restauratrice dottoressa Federica Delìa.

L’intervento conservativo viene descritto nella dettagliata relazione tecnica accompagnata dalla documentazione fotografica di ciascuna fase del restauro.

Ci piace in questa occasione ringraziare i Rotary Club di Soresina e sottolineare l’importanza di iniziative di questo tipo che, oltre a dare un concreto supporto alla conservazione di beni culturali italiani, contribuiscono alla diffusione del sapere geografico e della cultura in generale.

Dicono di noi.....

Nel mese di ottobre 2019, una delegazione della Società Geografica Italiana ha preso parte alla serata organizzata nella splendida Villa Zaccaria presso Bordolano (Cremona) dal Rotary Club Soresina e dal Rotaract Club Soresina per sancire l’adesione all’iniziativa “Adotta un documento”. Tra i molti presenti, oltre alla presidentessa del Rotary Vania Bignamini, al presidente del Rotaract Michele Radaelli e al Segretario del Rotary Marco Alì, anche il Sindaco di Soresina Diego Vairani.

Nell’occasione, il Segretario Generale SGI e la Responsabile della Biblioteca e degli Archivi SGI hanno esposto agli illustri ospiti la storia e le attività svolte dal Sodalizio con particolare riguardo alla conservazione e alla valorizzazione delle preziose collezioni in esso custodite.

I Club, aderendo all’iniziativa SGI “Adotta un documento”, hanno “adottato” alcune carte geografiche relative al comune di Soresina, al territorio Lombardo e alla provincia di Cremona, finanziandone il restauro.

Due delle carte geografiche appartengono al filone della produzione cartografica istituzionale degli Stati preunitari: la Carta amministrativa del Regno d’Italia co’ suoi stabilimenti politici, militari, civili e religiosi e con una parte degli Stati limitrofi. Costrutta nel Deposito della guerra per ordine del Ministro della Guerra e Marina nell’anno 1811 incisa sotto la vigilanza di G. Bordiga. Aggiunta e corretta nell’anno 1813 e la Carta geografica e postale compilata sulle migliori carte generali provinciali esistenti… disegnata da Pinchetti sotto la direzione dell’Ing. Giovanni Brenna nel 1848.

Le altre cartografie sono state realizzate in epoca post-unitaria dall’Istituto Geografico Militare:

Orario delle comunicazioni postali nelle derision provinciali di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Milano, Sondrio del 1872; Cremona. Foglio 6 del 1876; Soresina. Foglio 60 I-NE del 1890.

Presentiamo ora il restauro delle carte geografiche “adottate” dal Rotary Club Soresina e dal Rotaract Club Soresina eseguito dalla restauratrice dottoressa Federica Delìa.

L’intervento conservativo viene descritto nella dettagliata relazione tecnica accompagnata dalla documentazione fotografica di ciascuna fase del restauro.

Ci piace in questa occasione ringraziare i Rotary Club di Soresina e sottolineare l’importanza di iniziative di questo tipo che, oltre a dare un concreto supporto alla conservazione di beni culturali italiani, contribuiscono alla diffusione del sapere geografico e della cultura in generale.

Dicono di noi.....
->

Presentiamo ora il restauro delle carte geografiche “adottate” dal Rotary Club Soresina e dal Rotaract Club Soresina eseguito dalla restauratrice dottoressa Federica Delìa.

L’intervento conservativo viene descritto nella dettagliata relazione tecnica accompagnata dalla documentazione fotografica di ciascuna fase del restauro.

Ci piace in questa occasione ringraziare i Rotary Club di Soresina e sottolineare l’importanza di iniziative di questo tipo che, oltre a dare un concreto supporto alla conservazione di beni culturali italiani, contribuiscono alla diffusione del sapere geografico e della cultura in generale.

Dicono di noi.....
:paragraph -->

Ci piace in questa occasione ringraziare i Rotary Club di Soresina e sottolineare l’importanza di iniziative di questo tipo che, oltre a dare un concreto supporto alla conservazione di beni culturali italiani, contribuiscono alla diffusione del sapere geografico e della cultura in generale.

Dicono di noi.....

CICLO WEBINAR: Borghi, Aree Fragili, Territori del Margine: le nuove geografia dei flussi e delle innovazioni in Italia

2021-04-21 13:19:35

La Società Geografica Italiana, grazie al coordinamento dei Fiduciari di Campania, Piemonte e Sicilia, lancia un ciclo di Webinar sul tema:

BORGHI, AREE FRAGILI, TERRITORI DEL MARGINE:
LE NUOVE GEOGRAFIE DEI FLUSSI E DELLE INNOVAZIONI IN ITALIA

Gli incontri si svolgeranno con il seguente calendario:

Giovedì 29 aprile 2021, ore 15.00
“Ritorno al Sud”: reti digitali, flussi di mobilità e processi di innovazione

Mercoledì 5 maggio 2021 ore 17.30
Turismo e territorio in Italia: un binomio, mille borghi

Venerdì 7 maggio 2021 ore 16.00
I borghi digitali del Sud Italia tra prospettive e conflittualità

Giovedì 20 maggio 2021 ore 17.30
Piccoli (patrimoni) comuni: progettualità lungo le Alpi

Lunedì 24 maggio ore 15.30

Place attachment e rivalorizzazione territoriale


Il ciclo di webinar si sofferma su tematiche di rilevante interesse per lo sviluppo socio- economico dei territori a partire dalle progettualità intraprese nelle aree “marginali”, nei borghi o nelle piccole realtà in ottica innovativa, digitale, partecipata.
I quattro incontri previsti intendono esplorare le prospettive e le criticità insite nei programmi di rigenerazione/rivalorizzazione basati sulla digitalizzazione, sullo sviluppo turistico e sulla progettazione partecipata in territori cosiddetti “marginali”: una marginalità alimentata da condizioni socio-economiche svantaggiate, scarsa accessibilità, spopolamento, ma che allo stesso tempo si innesta su un consolidato patrimonio culturale-naturalistico e sociale.
Per ogni webinar è previsto il coinvolgimento di accademici (geografi e di altre discipline), attori istituzionali, rappresentanti del mondo civile e dell’associazionismo, imprenditori, con l’obiettivo di ascoltare le prospettive dei differenti stakeholders delle aree oggetto di focus per delineare un quadro sul reale stato di fatto, al fine di evidenziarne dinamiche ed esternalità, e creare un’occasione di confronto e dibattito con forti ricadute su scala nazionale, anche in relazione alle implicazioni del fenomeno pandemico.


coordinamento scientifico di
Stefania Cerutti, Fiduciaria SGI Piemonte
Stefano de Falco, Fiduciario SGI Campania
Teresa Graziano, Fiduciaria SGI Sicilia

Scarica la locandina

95 YEARS AGO, THE «NORGE» – International Joint Commemoration

2021-04-20 18:09:14

A cultural initiative promoted by
Italian Geographical Society and Geographic Research and Application Laboratory

Duration: April 8th – May 14th, 2021.
Concept:
An international and inter-disciplinary commemoration on a geographically distributed basis. It includes:
➢ Science-oriented online international seminars (hereby called “Webinars”) and national didactic and public-engagement encounters (hereby called “Encounters)
➢ A centralized information campaign via a dedicated website (www.shadowofnorge.eu)
➢ A “gaming” action (possibly) via social networks (e.g. Facebook, Twitter and Instagram) for experience-sharing about the journey of the NORGE in augmented reality.

Click here to download the brochure of the events

GEO-COVID analisi e conseguenze geopolitiche di una pandemia. Guarda la conferenza on-line

2021-04-07 10:55:19

ParliamoneInSocietà_logo

>>>>Guarda la conferenza<<<<

Giovedì 16 luglio 2020, ore 17:30

 video-conferenza

Appare netta la sensazione che un evento come la pandemia sia strettamente legato a cambiamenti e trasformazioni geopolitiche. Questa idea ha messo al lavoro una grande quantità di studiosi in tutto il mondo che si sono interrogati su cause e conseguenze passate e future di un’esperienza umana molto più frequente di quanto generalmente non si pensi. L’Università di Perugia e quella di Tor Vergata a Roma hanno prodotto una serie di scritti che rappresentano un primo tentativo di stabilire alcune coordinate di ragionamento per diminuire l’ansia derivata da un evento improvviso, ma soprattutto per riflettere sul mondo che oggi ne ha subito le conseguenze.

Uno dei lati più interessanti è sicuramente il ruolo delle relazioni internazionali e il gigantesco test che l’intero pianeta sta attraversando nella crisi e nelle speranze delle nazioni, delle organizzazioni internazionali e dei nuovi paesi leader che si rafforzano o si indeboliscono in questo periodo.

 ne parlano

 Fabio Raspadori (Università degli Studi di Perugia)

Francesco Randazzo (Università degli Studi di Perugia)

Roberto Reali (CNR e Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”)

>>>>Guarda la conferenza<<<<

In astronave viaggiando nel tempo e nello spazio – Guarda la conferenza on-line

2021-04-07 10:54:46

ParliamoneInSocietà_logo

>>>>Guarda la conferenza<<<<

Martedì 21 luglio 2020, ore 17:30

 video-conferenza

Nel laboratorio dell’universo niente è come appare fugacemente all’umanità. Possiamo apprezzare lo spettacolo del cielo solo nel breve spazio della nostra esistenza: l’Universo ha i suoi tempi che sono infinitamente più dilatati e una intera vita umana equivale, su scale intergalattiche, a nulla più di un battito di ciglia. Le distanze, poi, incolmabili per le nostre attuali conoscenze, ci mostrano l’universo non come è ma come era e sempre più indietro nel tempo man mano che ci allontaniamo dalla Terra. Persino per il Sole, che è lì, e sembra che lo possiamo prendere, in realtà quello che osserviamo è già accaduto otto minuti fa.

 oratore

Massimo Corbisiero (Associazione AstroCampania Osservatorio Astronomico di Agerola “Salvatore di Giacomo”)

modera

Roberto Reali (CNR e Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”)

>>>>Guarda la conferenza<<<<

Pagine : 1 2 3 4 5 6 7 8 9