Home » Eventi » Convegni

Convegni

GIACOMO WEITZECKER E LUIGI JALLA MISSIONARI E GEOGRAFI VALDESI IN AFRICA AUSTRALE – 28 gennaio, ore 17:00

2020-01-23 11:18:13

 il Quaderno del patrimonio culturale valdese

GIACOMO WEITZECKER E LUIGI JALLA MISSIONARI E GEOGRAFI VALDESI IN AFRICA AUSTRALE a cura di Davide Rosso

Martedì 28 gennaio 2020 alle ore 17:00 si terrà, presso la Sala Valdese della Chiesa Evangelica Valdese di Roma Piazza Cavour (Via M. Dionigi, 59 – Roma), la presentazione de il Quaderno del patrimonio cultuale valdese "Giacomo Weitzecker e Luigi Jalla. Missionari e geografi valdesi in Africa Australe", a cura di Davide Rosso.

Intervengono Manuela Vinay, Claudio Cerreti e Gaia Delpino. Sarà presente il Curatore. Scarica qui la locandina dell'evento.

AFRICA 2020 – Prospettive Politiche ed Economiche – 28 gennaio, ore 9:00

2020-01-17 16:21:03

Martedì 28 gennaio 2020, alle ore 9.00 si terrà presso l'Aula "Giuseppe Dalla Vedova" della Società Geografica Italiana - Palazzetto Mattei in Villa Celimontana - Via della Navicella, 12 - Roma la Conferenza "Africa 2020. Prospettive Politiche ed Economiche”. Malgrado l’affanno di alcune tra le principali potenze commerciali e la persistenza di sporadici focolai di crisi nel continente, l’Africa dovrebbe imporsi anche per il 2020 tra le regioni più dinamiche del pianeta con una crescita superiore al 3%. L’area continentale di libero scambio (Afcfta), la ricapitalizzazione della Banca Africana di Sviluppo, la conferma dell’African Investment Forum, l’emergere di nuove tendenze sulle necessità di finanziamento delle infrastrutture, la questione del debito, le incertezze commerciali legate al conflitto tra Stati Uniti e Cina, ma anche l’anno di avvio di importantissimi progetti legati al gas, così come nel settore delle rinnovabili: sono solo alcuni dei temi in agenda per un anno, quello del 2020, già considerato centrale per il futuro dell’Africa.

Da un lato, infatti, sarà l’anno della Conferenza mondiale delle Nazioni Unite sul Clima (nota come Cop 26 e che dedicherà un’attenzione particolare all'Africa), dall'altro anche l’anno, a partire del 1° luglio, dell’effettiva entrata in vigore dell’Afcfta, con la quale il continente diventerà il più grande mercato comune del mondo, generando numerose opportunità per rispondere a crescenti domanda e offerta interne e attraendo nuovi investimenti per colmare la carenza di infrastrutture ormai necessarie per l’export intra-africano di merci. Sarà anche un anno di elezioni importanti in alcuni paesi chiave, a cominciare da Ghana, Etiopia, Tanzania, Costa d’Avorio, Egitto e, in questo caso addirittura storiche, Somalia. Inoltre, il 2020 sarà anche l’occasione di celebrare la III Conferenza ministeriale Italia-Africa a Roma, a testimonianza del rinnovato interesse del nostro Paese per un continente in continua crescita. Un anno ricco di novità, dunque, a cui verrà dedicata un’intera mattinata di lavori organizzata da Africa e Affari/InfoAfrica in collaborazione con Il Centro Relazioni con l’Africa (CRA) della  Società Geografica Italiana, e durante la quale verrà distribuita ai partecipanti una copia gratuita del numero di Gennaio 2020 del mensile Africa e Affari, contenente i temi stessi affrontati nel corso della mattinata di lavori. I lavori della Conferenza saranno divisi in due parti:

  1. La prima sarà dedicata alla sfera politica ed economica, analizzando le principali sfide politiche interne al continente e le previsioni generali per il 2020, in particolare attraverso una sintesi del nuovo African Economic Outlook 2020 della Banca Africana di Sviluppo (AFDB).
  2. La seconda sarà invece dedicata ad alcune delle principali Tendenze individuate per il 2020 e presentate da protagonisti dei molti progetti avviati in Africa.

La partecipazione  è  a  ingresso  libero  e  fino  a  esaurimento posti, previa conferma all’indirizzo: 

eventi@internationalia.org 

Scarica qui la locandina dell'evento.

GIORNATE DI GEOLOGIA E STORIA – Mercoledì 4 marzo 2020 ore 9.30

2020-01-10 13:13:07

                                                  GIORNATE DI GEOLOGIA E STORIA 

Terremoti, maremoti, effetti al suolo, cartografia e ricerca storica

Il Dipartimento per il Servizio Geologico d’Italia – ISPRA, la Società Geografica Italiana e la SIGEA propongono sei primi eventi divulgativi e scientifici riguardanti i rischi naturali, la ricerca storica e l’evoluzione geomorfologica del paesaggio. Tali giornate di studio vengono organizzate per fare il punto sull’attuale stato delle conoscenze riguardo  l'importanza delle fonti storiche e cartografiche per lo studio dei fenomeni geologici e degli eventi catastrofici naturali.

Le tematiche principali affrontate nelle prime sei giornate programmate saranno le seguenti:

  • I rischi naturali, quali terremoti, tsunami, eruzioni vulcaniche, sinkholes, alluvioni,  le fonti storiche e cartografiche e leggende popolari.
  • I Laghi d’Italia scomparsi, sinkholes, le sorgenti sacre e mineralizzate, le aree termali estinte.
  • Le cavità sotterranee nascoste o scomparse sotto il tessuto urbano e mappatura antica.
  • Gli effetti al suolo  sismo-indotti quali frane, sprofondamenti, liquefazioni del terreno, creazioni di laghi sbarramento di alvei, modifiche del paesaggio in genere e ricerca storica.
  • L'evoluzione della rappresentazione cartografica del territorio e le informazioni che essa nasconde, le variazioni del paesaggio, e processi geomorfologici.
  • I paesaggi geologici e i rischi naturali nella storia dell’arte.

Tali giornate di studio saranno anche occasione per confrontarsi con il mondo scientifico e soffermarsi sull’importanza della multidisciplinarità delle ricerche scientifiche nonché sul breve confine che separa la geologia dalla ricerca storico-archeologica per l’attenta lettura del territorio.

Per potersi iscrivere alla quarta giornata di studio dal titolo "Terremoti, maremoti, effetti al suolo, cartografia e ricerca storica", che si terrà  mercoledì 4 marzo 2020 presso  la Società Geografica Italiana, Palazzetto Mattei, Villa Celimontana, è necessario compilare la scheda allegata ed inviarla a: geostoria@isprambiente.it entro e non oltre il 26 gennaio 2020.

Per informazioni scrivere a geostoria@isprambiente.it Per scaricare la locandina clicca qui

GIORNATE DI GEOLOGIA E STORIA – 22 gennaio 2020 – Programma definitivo

2020-01-10 09:33:12

GIORNATE DI GEOLOGIA E STORIA Cavità sotterranee nascoste o scomparse sotto il tessuto urbano

Il Dipartimento per il Servizio Geologico d’Italia – ISPRA, la Società Geografica Italiana e la SIGEA propongono sei primi eventi divulgativi e scientifici riguardanti i rischi naturali, la ricerca storica e l’evoluzione geomorfologica del paesaggio.

Tali giornate di studio vengono organizzate per fare il punto sull’attuale stato delle conoscenze riguardo  l'importanza delle fonti storiche e cartografiche per lo studio dei fenomeni geologici e degli eventi catastrofici naturali.

Le tematiche principali affrontate nelle prime sei giornate programmate saranno le seguenti:

  • I rischi naturali, quali terremoti, tsunami, eruzioni vulcaniche, sinkholes, alluvioni,  le fonti storiche e cartografiche e leggende popolari.
  • I Laghi d’Italia scomparsi, sinkholes, le sorgenti sacre e mineralizzate, le aree termali estinte.
  • Le cavità sotterranee nascoste o scomparse sotto il tessuto urbano e mappatura antica.
  • Gli effetti al suolo  sismo-indotti quali frane, sprofondamenti, liquefazioni del terreno, creazioni di laghi sbarramento di alvei, modifiche del paesaggio in genere e ricerca storica.
  • L'evoluzione della rappresentazione cartografica del territorio e le informazioni che essa nasconde, le variazioni del paesaggio, e processi geomorfologici.
  • I paesaggi geologici e i rischi naturali nella storia dell’arte.

Tali giornate di studio saranno anche occasione per confrontarsi con il mondo scientifico e soffermarsi sull’importanza della multidisciplinarità delle ricerche scientifiche nonché sul breve confine che separa la geologia dalla ricerca storico-archeologica per l’attenta lettura del territorio.

Per il programma definitivo clicca qui

Per informazioni scrivere a geostoria@isprambiente.it

Per scaricare la locandina clicca qui

Video “Intorno alla geografia politica”

2019-12-02 10:40:17

Martedì 4 ottobre 2016, alle ore 17.00 è stato trasmesso in diretta streaming il seminario Intorno alla geografia politica. Epistemologia, teoria, analisi, introdotto e coordinato dal Prof. Franco Salvatori e con interventi di Edoardo Boria, Riccardo Morri, Adriano Roccucci, Giovanni Ruocco, Angelo Turco.

Di seguito il video dello streaming. Il seminario inizia al minuto 31.56. Buona visione!

Video del convegno “Sostenere la sostenibilità del turismo”

2019-12-02 10:34:30

Il tema del turismo sostenibile non è sicuramente nuovo. Moltissimo è già stato detto e scritto al riguardo, in Italia ed a livello internazionale. I flussi informativi generati al riguardo sono sempre più grandi, ma anche sempre più dispersivi e spesso scarsamente efficaci. C’è bisogno di una maggiore consapevolezza di quanto già fatto e proposto e nello stesso tempo di un approfondimento di alcuni aspetti particolari emergenti. Il Convegno vuole approfondire alcuni aspetti in tal senso, attraverso contributi e confronti.

I PARTE

II PARTE

Diretta streaming per Presentazione del progetto europeo Skill Generator Assessment Game (SGAG)

2019-11-28 11:18:37

Mercoledì 14 Giugno 2017, ore 10.30 Saluti dei Presidenti Filippo Bencardino, Società Geografica Italiana Gino De Vecchis, Associazione Italiana Insegnanti di Geografia Franco Salvatori, Fondazione ITS Turismo Alta formazione

Interventi Daniela Pasquinelli d’Allegra, LUMSA di Roma F. Javier Fiz Pérez, Università Europea di Roma Elvira Lozupone, Università Tor Vergata di Roma Il progetto SGAG Carmen Bizzarri, Fondazione ITS Turismo Alta formazione L’evento sarà trasmesso in streaming dalla Società Geografica Italiana a questo link Ore 13.00, light lunch A questo link il programma completo

Alle foci del Tevere: territorio, storia, attualità

2019-11-28 10:50:49

Lunedì 21 maggio 2018 alle ore 9.00 si terrà, presso la nostra sede, il convegno “Alle foci del Tevere: territorio, storia, attualità”. Portano i saluti il Presidente della Società Geografica, prof. Filippo Bencardino e il Presidente onorario di Sigea, prof. Giuseppe Gisotti.

Intervengono il prof. Piero Bellotti, la prof. Antonia Arnoldus Huijzendveld, la prof. Simona Pannuzi, il Direttore Paolo Isaia, l’arch. Giuliano Fausti, la dott. Marina Marcelli, la prof. Lina Davoli e la dott. Claudia Tarragoni. Modera il prof. Lorenzo Bagnoli.

In allegato la locandina dell'evento.

Spedizione artica PolarQuest 2018: risultati scientifici e risvolti geografici

2019-11-28 10:42:56

Martedì 27 novembre 2018 la Società Geografica Italiana ospiterà presso l'Aula "Giuseppe Dalla Vedova" del Palazzetto Mattei di Villa Celimontana la Giornata di studi Spedizione artica PolarQuest 2018: risultati scientifici e risvolti geografici. L'incontro intende esporre e discutere obiettivi e risultati della complessa spedizione scientifica PolarQuest, conclusasi lo scorso agosto. La giornata seguirà il seguente programma:   ore 9.00 saluti istituzionali Filippo Bencardino, Presidente Società Geografica Italiana Andrea Riggio, Presidente Associazione dei Geografi Italiani Lina Davoli, Referente Associazione Italiana Geografia Fisica e Geomorfologia - Lazio Luisa Cifarelli, Presidente Centro Fermi - Museo Storico della Fisica e Centro Studi e Ricerche “Enrico Fermi” Adelio Roviti, Direttore Museo Storico Aeronautica Militare Vigna di Valle Sergio Alessandrini, Discendente di Renato Alessandrini, membro equipaggio dirigibile ITALIA Roberto Sparapani, Consiglio Nazionale delle Ricerche   ore 9.35 coordina Paola Catapano, Project Leader Spedizione PolarQuest 2018   ore 9.40 relazioni Peter Gallinelli, Sailworks - Expedition Leader NANUQ a sustainable research vessel and its 2018 journey in the Arctic  Luisa Cifarelli, Centro Fermi -Museo Storico della Fisica e Centro Studi e Ricerche “Enrico Fermi” L’osservazione di raggi cosmici nella spedizione artica PolarQuest 2018 Stefano Aliani, Istituto Scienze Marine – CNR Ricerca e campionamento di microplastiche in ambiente artico Gianluca Casagrande, Geographic Research and Application Laboratory Risvolti geografici di una spedizione artica: PolarQuest 2018 Aleksandra Kruss, NORBIT In search for underwater mysteries: PolarQuest 2018 and its acoustic imaging of the seabed in the far Arctic   Michael Struik, CERN Storytelling the Arctic through images: an experience between research and communication   ore 11.20 coffee break   ore 11.40 interventi Roberto Sparapani, Gestione Documentale – CNR Lina Davoli, Associazione Italiana Geografia Fisica e Geomorfologia – Lazio Giuliano Bellezza, Unione Geografica Internazionale Annalisa D’Ascenzo, Università Studi Roma Tre Andrea Caracciolo, Informasistemi Daniele Sabbedotti, Società Geografica Italiana   ore 12.15 conclusioni Andrea Riggio, Associazione Geografi Italiani   ore 12.30 presentazione demo mostra virtuale “Il Cambiamento” a cura di Informasistemi ore 13.15 light lunch   Palazzetto Mattei in Villa Celimontana Via della Navicella, 12 – Roma

La Geografia nella Costituzione Italiana: ambiente, paesaggio e territorio

2019-11-28 10:40:06

Il progetto “La Geografia nella Costituzione Italiana: ambiente, paesaggio e territorio” offre la possibilità di intraprendere un’esplorazione geografica nella nostra Costituzione. Lunedì 25 febbraio studenti liceali aderenti al percorso di Alternanza Scuola-lavoro della Società Geografica Italiana, professori universitari e ricercatori si incontreranno nell’Aula Giuseppe Dalla Vedova per discutere e approfondire gli articoli 6 e 114 del testo legislativo. Il professor Claudio Cerreti dell’Università di Roma Tre parlerà di Politiche e lingue; a seguire, il docente Paolo Sellari dell’Università La Sapienza affronterà Le radici politiche della geografia amministrativa. Dopo le lezioni frontali, gli studenti e le studentesse del Liceo Aristofane e del Liceo Cavour saranno divisi in gruppi e avranno la possibilità, grazie al laboratorio Mappare oltre i confini, di “sporcarsi” le mani con pennarelli colorati, condividendo le informazioni emerse dalla realizzazione dei loro alberi genealogici geografici. Nessun dato sarà smarrito: i ricercatori di Roma Tre inseriranno le indicazioni fornite dai liceali in un GIS partecipativo e produrranno delle mappe che alimenteranno il percorso espositivo della mostra finale. L’obiettivo è quello di ricostruire il movimento migratorio, il viaggio dei propri antenati e di rappresentarlo con dei punti sulla carta geografica. I ragazzi potranno osservare la permeabilità del concetto di confine (e conseguentemente delle divisioni amministrative) nonché il melting pot che caratterizza il nostro territorio, frutto di secoli di migrazioni. La locandina dell'evento e il relativo programma sono consultabili qui

Terzo appuntamento nell’ambito del progetto “La Geografia nella Costituzione Italiana: ambiente, paesaggio e territorio”

2019-11-28 10:38:35

Venerdì 29 marzo studenti liceali aderenti al percorso di Alternanza Scuola-lavoro della Società Geografica Italiana, professori universitari e ricercatori si incontreranno nell’Aula Giuseppe Dalla Vedova per discutere e approfondire l’articolo 9 del testo legislativo.

La professoressa Tiziana Banini (Sapienza Università di Roma) parlerà di Paesaggio e Geografia; la professoressa Margherita Azzari (Università degli Studi di Firenze) affronterà La qualità del paesaggio; la dottoressa Flavia Ruggieri (Greal - Geographic Research and Application Laboratory) esporrà Le nuove tecnologie per la tutela e la valorizzazione delle torri costiere del Lazio.

Nell’ambito del workshop saranno affrontate le seguenti tematiche: Modi di concepire e studiare il paesaggio in geografia; Tutela del paesaggio nelle politiche europee e nazionali, Indicatori della qualità del paesaggio, Tutela del patrimonio storico-artistico italiano, Sistemi Informativi Geografici, Analisi territoriale, Itinerari culturali.

Dopo le lezioni frontali, gli studenti e le studentesse del Liceo Aristofane e del Liceo Cavour saranno divisi in gruppi e svolgeranno attività laboratoriali.

La locandina dell’evento e il relativo programma sono consultabili qui.

14 Novembre 2019 – LE TRE ROMEE, PELLEGRINAGGI VERSO LA CITTA’ DI SAN PIETRO E PAOLO TRA PASSATO E FUTURO

2019-11-28 10:32:48

Giovedì 14 novembre 2019, ore 9.30

Società Geografica Italiana - Sala "Dalla Vedova" Per una giornata di studi a Roma sulle tre Romee maiores

Giovedì 14 novembre 2019, alle ore 9.30 si terrà presso l'Aula "Giuseppe Dalla Vedova" della Società Geografica Italiana - Palazzetto Mattei in Villa Celimontana - Via della Navicella, 12 - Roma la giornata di studi “Le tre Romee, pellegrinaggi verso la Città di San Pietro e San Paolo tra passato e futuro” dedicata alle tre Romee maiores (Associazione Europea Vie Francigene, riconosciuta da 25 anni dal Consiglio d’Europa, l’Associazione Romea Germanica e l’Associazione Europea Romea Strata in fase di riconoscimento) in una prospettiva di rete di reti. E soprattutto si vuole riportare al centro dell’attenzione scientifica Roma, quale destinazione spirituale europea per eccellenza, la città di San Pietro e Paolo che da 17 secoli accoglie i pellegrini. Si svolgerà a Palazzetto Mattei di Villa Celimontana, dove nel passato il pellegrinaggio delle Sette Chiese sostava per consumare la “refezione”.

Nella visione geografico-territoriale (Azzari, Dallari, 2018) e sull’esperienza maturata a partire dall'Istituto Europeo degli Itinerari Culturali (1987-2019) si propone una riflessione condivisa su tali organismi territoriali, intesi come un modello di sviluppo diffuso di uno storico fenomeno di ricomposizione e inclusione territoriale, da potenziare accanto agli ormai consolidati e noti “cammini” come quello di Santiago de Compostela e della Via Francigena. Strategica si rivela la pluralità di visioni a partire da quella dei rappresentanti delle tre Romee maiores, dagli attori pubblici e accademici e soprattutto dalla nostra Chiesa per recuperare i valori intangibili, spirituali e culturali della nostra società millenaria rispetto a Roma, Città di San Pietro e Paolo, destinazione religiosa, spirituale e sacra.

L’obiettivo è anche la costruzione di un’Agenda strategica (Bailey & Koney, 1996; Quintas et alii, 1997; Meneguzzo, Trimarchi, 2009; Magnante et alii, 2018), a partire dai seguenti presupposti:

1.    fondarsi su percorsi conoscitivi, schemi d’azione e momenti di verifica e concertazione istituzionale e sociale (Ottati, 2002) per migliorare l’operatività dei sistemi locali (Malecki, 2007)

2.    conquistare risorse disponibili e potenziali (Boschetti et alii, 2011), utilizzando il percorso della via di pellegrinaggio come territorio di progetto per spazi rurali e urbani (Fanfani, 2006; Magnaghi, 2007; Angeon, Lardon, 2008) in un sistema delle tre vie Romee (Azzari & Dallari, 2018; Dallari, 2018).

3.    agire sul patrimonio storico e sui saperi presenti o ideati dall’artigianato all’arte (O’Brien, 2016), stimolando approcci creativi quali effettivi strumenti di innovazione 4.    recepire il territorio in modo selettivo, valorizzando i beni paesaggistici e culturali, la tradizione alimentare, l’armatura dei borghi e delle città

Da ciò emerge anche l’importanza di una visione sacra e spirituale (sacred gaze) nell’ambito di ricerche e studi dedicati ai pellegrinaggi romei, che si distinguono per avere come destinazione Roma, dove arrivavano e arrivano attraverso una molteplicità di destinazioni, maggiori e minori, ora dimenticate e marginalizzate, nel capillare reticolo di vie dell’Europa e del Mediterraneo verso la capitale della cristianità, in quanto città di San Pietro e Paolo, la città del Giubileo, oltre che tappa verso la Terra Santa.

Scarica la locandina >>> qui
Pagine : 1 2 3 4 5 6